Pubblicato il 29 dicembre 2016.

Bando per l’assegnazione di contributi per l’installazione di impianti di videosorveglianza per negozi e botteghe artigiane

Il Comune di Bari - Ripartizione Sviluppo Economico intende procedere all'esperimento di una procedura ad evidenza pubblica per l'assegnazione di contributi per l'installazione di impianti di videosorveglianza per negozi e botteghe artigiane.

Comune di Bari

OBIETTIVO DEL PROGETTO
è promuovere e sostenere le attività commerciali ed artigianali aventi accesso da pubblica via, con e senza vendita al dettaglio, ad esclusione della media e grande distribuzione, che vorranno collocare sistemi di videosorveglianza presso i propri locali, al fine di tutelare sia la sicurezza degli stessi che delle aree limitrofe.

RISORSE FINANZIARIE
E' prevista una dotazione finanziaria pari a € 40.000,00 per l'erogazione di contributi a fondo perduto, a fronte di investimenti documentati ai soggetti beneficiari di cui al punto 4, secondo le caratteristiche e le indicazioni previste dal bando.

SOGGETTI BENEFICIARI
I soggetti beneficiari delle agevolazioni finanziarie sono i proprietari o i conduttori (previo nulla osta del proprietario) di attività commerciali ed artigianali, ubicate nel territorio del Comune di Bari, aventi accesso da pubblica via, con e senza vendita al dettaglio, ad esclusione della media e grande distribuzione, che vorranno collocare sistemi di videosorveglianza presso i propri locali.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE
Le attività oggetto di richiesta di contributo dovranno essere ubicate nel territorio del Comune di Bari ed essere legittimamente autorizzate all'esercizio delle stesse, ai sensi delle vigenti normative urbanistiche e commerciali. I soggetti richiedenti dovranno, alla data di presentazione della domanda, essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse nei confronti del Comune di Bari.

CONTRIBUTO ED ENTITÀ DEL FINANZIAMENTO
L'intervento finanziario consiste in un contributo economico a fondo perduto, concesso fino al 50% del costo complessivo delle spese sostenute e documentate al netto dell'IVA e comunque non può essere superiore a € 500,00 (euro cinquecento/00). Ai fini dell'assegnazione del contributo sarà rispettato l'ordine della presentazione delle domande. Concorreranno all'assegnazione dei contributi unicamente le domande relative ad impianti non ancora installati alla data della presentazione della domanda stessa.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
I soggetti proponenti interessati ed in possesso dei requisiti richiesti, devono presentare la domanda per l'assegnazione dei contributi nelle forme di seguito indicate. La domanda di partecipazione al bando, da presentare entro il termine ultimo del 27.01.2017, dovrà essere redatta utilizzando il modello "Allegato I" disponibile in allegato.
I soggetti proponenti che intendono partecipare al Bando dovranno indirizzare al COMUNE DI BARI - RIPARTIZIONE SVILUPPO ECONOMICO un plico da spedirsi con raccomandata A/R, e in tal caso fa fede il timbro postale, o inviato tramite posta certificata: sviluppoeconomico.comunebari@pec.rupar.puglia.it.
Saranno ammessi al contributo i soggetti che risulteranno collocati in posizione utile rispetto alla dotazione finanziaria del bando, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande. I restanti eventuali richiedenti non finanziabili per mancanza di risorse potranno essere finanziati successivamente, in base alla loro posizione, qualora si rendessero disponibili risorse per effetto di revoche, rinunce di contributi concessi o a seguito di integrazione della dotazione finanziaria del bando.

MODALITÀ DI CONCESSIONE ED EROGAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI
L'Amministrazione Comunale provvederà ad individuare i soggetti beneficiari ammessi alla richiesta di contributo e ne darà comunicazione direttamente agli interessati.
Il contributo verrà erogato in un'unica soluzione a seguito della presentazione della documentazione attestante il pagamento dell'impianto di videosorveglianza (fatture e documenti di pagamento) per l'ammontare fino al 50% della spesa sostenuta e comunque non superiore a € 500,00 (euro cinquecento/00).

Risorse

Allegati

Articoli correlati