RSPP Modulo C (24 ore)

Il Corso RSPP Modulo C è predisposto per soddisfare le indicazioni presenti nell’ art. 32 del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81 e nell’Accordo stato Regioni 26/01/2006.
Il Corso assolve gli obblighi indicati nel D.lgs 81/2008 e D.lgs 106/09 e gli aggiornamenti dell'ultimo accordo Stato Regioni in materia di prima formazione ed aggiornamento dei lavoratori di qualsiasi azienda, impresa, servizi, nel settore privato ed il quello pubblico, con qualsiasi tipologia di contratto (fisso, progetto, temporale, atipico).

Destinatari: soli RSPP (Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione).

Obiettivi: Serve a dotare l’RSPP di competenze che possano aiutarlo a tradurre il piano delle misure di prevenzione, protezione e miglioramento in azioni concrete.

Programma del corso:
MODULO 1. IL SISTEMA DELLE RELAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE
Il sistema delle relazioni: RLS, Medico competente, lavoratori, datore di lavoro, enti pubblici, fornitori, lavoratori autonomi, appaltatori, ecc.; Gestione della comunicazione nelle diverse situazioni di lavoro; Metodi, tecniche e strumenti della comunicazione; Gestione degli incontri di lavoro e della riunione periodica; Negoziazione e gestione dei conflitti.
Rischi di natura ergonomica; L’approccio ergonomico nell’impostazione dei posti di lavoro e delle attrezzature; L’approccio ergonomico nell’organizzazione aziendale; L’organizzazione come sistema: principi e proprietà dei sistemi.

MODULO 2. ORGANIZZAZIONE E SISTEMI DI GESTIONE
La valutazione del rischio come: a) Processo di pianificazione della prevenzione; b) Conoscenza del sistema di organizzazione aziendale come base per l’individuazione e l’analisi dei rischi; c) Elaborazione di metodi per il controllo della efficacia ed efficienza nel tempo dei provvedimenti di sicurezza presi.
Rischi di natura psicosociale; Elementi di comprensione e differenziazione fra stress, mobbing e burn–out; Conseguenze lavorative dei rischi da tali fenomeni sulla efficienza organizzativa, sul comportamento di sicurezza del lavoratore e sul suo stato di salute; Strumenti, metodi e misure di prevenzione; Analisi dei bisogni didattici; Discussione su casi aziendali; Ruolo dell’Informazione; Dalla valutazione dei rischi alla predisposizione dei piani di informazione e formazione in azienda (D.Lgs. 81/2008 e altre direttive europee); Le fonti informative su salute e sicurezza del lavoro; Metodologie per una corretta informazione in azienda (riunioni, gruppi di lavoro specifici, conferenze, seminari informativi, ecc.); Simulazione visiva di modelli ed esempi (filmati,video,ecc.).

MODULO 3. RUOLO DELL’INFORMAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Strumenti di informazione su salute e sicurezza del lavoro; Modelli circolari, cartellonistica, opuscoli, audiovisivi, avvisi, news, sistemi in rete, ecc.; Elementi di progettazione didattica; analisi dei fabbisogni; definizione degli obiettivi didattici; scelta dei contenuti in funzione degli obiettivi; metodologie didattiche; sistemi di valutazione dei risultati della formazione in azienda; Simulazione visiva sugli strumenti e tecniche della formazione.

Al termine del Corso verrà rilasciato l’attestato di frequenza, al Lavoratore che abbia sostenuto con esito positivo il test finale.

Risorse

Allegati

Articoli correlati